DONA ORA

Il tuo concreto aiuto può fare la differenza

scopri come

DIVENTA AMICO

Un'occasione per essere protagonisti

scopri come

LASCITI

Dai una speranza concreta ai bambini del Medio Oriente

Contribuire al lavoro di Hope con un lascito testamentario significa mettere a disposizione ciò che si ha avuto per realizzare ciò che altri non possono avere e può concretamente cambiare la vita di tanti bambini in difficoltà. E’ possibile sostenere Hope con donazioni in denaro, fondi di investimento, polizze assicurative, beni immobili ed eventualmente beni mobili. Anche un piccolo lascito può essere prezioso per aiutarci a portare avanti i progetti umanitari di Hope.
I lasciti testamentari e le donazioni fatte a Hope saranno impiegate allo scopo di sostenere i progetti in corso di realizzazione a seconda delle necessità riscontrate, salvo disposizioni specifiche del testatore circa l’utilizzabilità del lascito per uno specifico progetto.

 

COME SI FA

La legge italiana stabilisce che il testamento per essere valido necessita il rispetto di determinate forme previste:

Testamento olografo:

Questa forma non prevede l’intervento del notaio, cioè è scritto per intero, datato e sottoscritto a mano dal testatore. E’ richiesta l’autografia per stabilire l’autenticità del documento in ogni sua parte. La data deve contenere l’indicazione del giorno, del mese e dell’anno, poiché la mancanza o l’incompletezza di essa rende annullabile il testamento. La sottoscrizione deve essere posta alla fine delle disposizioni. Se anche non è fatta indicando prenome e cognome, è ad ogni modo valida quando designa con certezza la persona del testatore. (artt. 601 e 602 Cod. civ.).

Testamento pubblico:

È redatto per iscritto dal notaio, dopo che il testatore, in presenza di due testimoni, gli ha dichiarato la sua volontà. Il notaio dà poi lettura dell’atto al testatore in presenza dei testimoni, dopo di che il testamento viene sottoscritto dal testatore, dai testimoni e dal notaio. (art. 603 Cod. civ.).

Testamento segreto:

È sottoscritto dal testatore, è sigillato e dal testatore consegnato al notaio, in presenza di testimoni. Esso è conservato dal notaio, dal quale il testatore potrà in ogni tempo ritirarlo. (art. 605 ss. Cod. civ.).

PREMI

Riconoscere l'eccellenza di un approccio metodologico innovativo